rime 2.

STRONZO.

 

Questa poesia la dedico a uno stronzo che le ha viste tutte

Più che belle brutte.

Mi ripetevo sono un ribelle

regalando anni come caramelle.

Celle dopo celle

Ho deturpato la mia pelle.

Stronzo.

Ti credevi mostro,

sei l’uomo più dolce che conosco.

Stronzo,

volevi fare il duro

il male che hai fatto ha tracciato il tuo futuro.

Stronzo.

Ti guardi e non ti vedi

È solo un caso se stai ancora in piedi.

Stronzo,

perdonati

e poi puoi perdonare, non ti fare ammaestrare.

Stronzo

Continua a lottare, non ammettere bare.

Edmond Dantés

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...