RIME 4.

DAMMI IL TEMPO.

Dammi il tempo io non mento, voglio un ritornello lento

Dammi il tempo mio compare, la mia gabbia dovrà tremare.

Dammi il tempo e ti canto il mio tormento.

Tortura, sventura, un mandato di cattura,

una vita poco pura, chi mi ha amato sa che è dura.

Il mio corpo ha la censura,

prendi gli occhiali da lettura, ho più china che cultura.

Sono un uomo o sfumatura?

Sono in cerca di avventura, scavalcando queste mura

Sarei in pasto alla procura.

In bocca a mostri, con occhi loschi

Ogni boccone ti rivela quel che costi.

Ogni boccone è uno sfregio sulla pelle

Anime caramelle mangiate da ‘ste celle.

Mi butto avanti per non andare indietro

In perenne ricerca di un amore cieco

Che muti sto fottuto tetro.

Mi chiamano diamante, ma sono vetro

Mi chiamano mito, ma che dico

So’ un uomo ai primi passi, già finito.

Lo Stato c’ha tradito, non so cane ma accanito.

Sto torturando le tue orecchie amico,

non sono rapper ma bandito

Me so imbucato alla tua festa senza invito.

Si me saluti te arzo il dito perché ‘sto posto m’ha esaurito

Le mie prigioni non ho concepito, le mie impressioni sono in questo sito,

se non ti piace vai tranquillo, ma ricorda il dito.

Edmond

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...