A EDDI

Lo so che ognuno ha già il suo mostro,

Lo so che infine sono inchiostro,

Però vi giuro lotto, se vinco ciò che vinco è nostro.

Poesia corta, perdonatemi amici miei, perdonatemi ma sto pensando ad altro. Sto pensando che tra voi milita una giovane guerriera della quale il nome ha raggiunto questo posto. Una giovane per cui mi ci è voluto un attimo per provare grande affetto, una giovane tosta, ribelle, coraggiosa, una giovane che senza scriverlo fa ciò che sogno di fare anch’io: si ribella.
Forse la tua storia mi è arrivata un po’ modificata, un po’ riassunta, un po’ alla carceraria, ma comunque sia la mia stima è alta, molto alta.

Daje forte Eddi, in questo caso non sei tu a sostenere Edmond, ma io a sostenere e ammirare te, ammirare il tuo percorso, un percorso di lotte, dalla tav alle ypj, un percorso che vorrei combattere al vostro fianco e magari proprio tu un giorno mi regalerai la più grande possibilità che ogni uomo ha, ma che raramente prende in considerazione, ribellarsi all’oppressore.
È già Eddi forse il fuoco delle nostre anime è comune, anime che non vogliono piegarsi, rassegnarsi, anime che per la loro gente chiedono di più, anime a cui non bastano due carezze e un debole a cui darle per essere buoni, anime che puntano ai poteri forti con la consapevolezza di poter cadere, anime che nella lotta e nel dolore vogliono far del bene.
Ti vedo così Eddi una cazzutissima compagna con il fuoco negli occhi e ti ammiro perché guardandomi vorrei vedere la stessa cosa, vorrei vedere di più di tanti tatuaggi e cicatrici, vorrei vedere il fuoco che immagino sia nei tuoi occhi, vorrei che quel fuoco che a volte ho anch’io duri di più.

Mia cara Eddi è un po’ difficile scriverti tutto ciò che penso di te senza sembrare uno spasimante, vorrei essere più bravo a scrivere per non cascare in questo cliché. Quindi prendi come sincere le mie parole, la mia stima, la mia voglia di somigliarti, perché se non fossero reali non mi sarei mai sbilanciato tanto. Prendile per vere e girarle a chiunque abbia il tuo stesso fuoco, ammiro anche lui, vi ammiro tutte e tutti.
Tienimi un posto in prima fila Eddi, ho promesso a tutti che avrei lottato fra gli ultimi, ne ero fottutamente convinto quando l’ho fatto, aiutami a mantenere la parola.

Sono senza un grado,

Sono senza fato,

Uomo in un giardino che uno stronzo ha avvelenato.

Sogno e sono in grado

Mi armo per sognare,

Sposo la tua lotta

Me ne fotto se è oltre il mare

Sogno ovunque vado

Guardami sperare.

Tuo amico Edmond

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...