100 QUADERNI

 

100 quaderni non disegnano il mio dolore,
Forse, in realtà, non capisco.
È freddo, ingiusto e senza amore
Incido merda nel mio disco.

100 quaderni non disegnano la mia prigione
Non cambiano le mura, cambia la rabbia
Il mio dipinto sa di rancore,
Come colore ho scelto la sabbia.

100 quaderni e un solo nome,
100 quaderni e un uomo in gabbia,
La stanza è buia, è senza sole
Queste mie mura sanno di scabbia.

100 quaderni ed un lettore,
Leggo da solo la mia disgrazia.
Non sogno più di far l’amore,
Mi hanno rubato persino la grazia.

Edmond